Lei e il compagno, accomunati da un tragico destino

TERAMO – E’ morta alla guida della sua macchina, adagiandosi al volante e spegnendosi senza la possibilità di controllare la corsa della macchina, che è finita contro la colonnina del benzinaio, nello spiazzo dinanzi al mobilificio Di Sante, alle porte di San Nicolò. Sabrina Lori, 49enne mamma teramana, molto conosciuta a San Nicolò, è stata legata indissolubilmente al suo compagno dallo stesso tragico destino: anche Renzo Lanci, notissima agente di polizia penitenziaria, morì due anni fa, a 47 anni, per strada. La sua bicicletta fu centrata dall’auto di un pirata della strada, un giovane che guidava ubriaco, e che si costituì alcune ore dopo. Per Sabrina i medici non hanno potuto fare nulla per salvarla. A stroncarne la vita probailmente è stato un infarto. La notizia si è sparsa in un baleno a San Nicolò ma anche a Teramo dove la donna era molto conosciuta e in tanti, purtroppo, hanno ripensato all’altra tragedia che il destino aveva portato nella sua famiglia. Sabrina e Renzo, adesso per sempre insieme. La camera ardente è stata allestita all’obitorio dell’ospedale di Teramo dove amici, parenti e conoscenti le hanno portando l’ultimo saluto, stringendosi ai figli Davide e Simone, ai fratelli Domenico e Sergio. Le esequie saranno celebrate domattina, giovedì 28 aprile, alle 9.30, nella chiesa di San Francesco a San Nicolò.

Leave a Comment