Asfaltava tutto per i privati, vestito da operaio Anas: denunciato irlandese

TERAMO – Proponeva il rifacimento del manto stradale di tratti privati a prezzi vantaggiosi, poi però ne asfaltava superifici maggiori, pretendendo somme maggiori dai clienti, che arrivava a minacciare se non pagavano. La carriera truffaldina di un 30enne di nazionalità irlandese senza fissa dimora in Italia, è finita nel piazzale di una nota azienda gelatiera di Sant’Atto, la cui proprietaria ha richiesto l’intervento della Polizia di Stato perchè insospettita dal modus operandi del giovane, al momento della firma di un contratto per la stesura del manto stradale nell’area aziendale. I poliziotti lo hanno sorpreso vestito con pantalone e giaccone arancione con catarifrangenti, del tutto simili a quelli in dotazione al personale Anas e viaggiava su un’auto con le insegne di Autostrade per l’Italia: sotto quesgli abiti si celava però l’autore di altre truffe simili, in particolare in provincia di Isernia, dove un anziano, dop aver firmato un preventivo di 1.500 euro per il rifacimento dell’asfalto del cortile di casa, si era visto contestare il pagamento di 8mila euro perchè l’asfalto era stato steso anche sulla strada di collegamento alla vicina provinciale. In una occasione aveva anche minacciato un committente, restìo a pagare, di intervenire con un escavatore per distruggere il nuovo manto realizzato. L’irlandese è stato condotto in questura, denunciato e allontanato dalla provincia di Teramo. Le indagini puntano a individuare un complice del giovane straniero, che si presentava a condurre le trattative con i clienti per suo conto.

Leave a Comment