Corre dalla moglie in ospedale ma entra contromano sulla Teramo-mare e si schianta contro due auto: 4 feriti FOTO VIDEO

TERAMO – Corre in ospedale perchè la moglie sta male e allo svincolo non si avvede di aver imboccato la strada sbagliata: finisce con un dramatico bilancio di 4 feriti l’ennesimo contromano sulla Teramo-mare. E’ successo poco dopo le 13 allo svincolo Teramo ovest, lungo la carreggiata che procede verso L’Aquila. Un 85enne di Torricella Sicura, D.R., a bordo della sua piccola jeep Daihatsu Feroza, ha percorso circa 500 metri al contrario prima lungo la rampa di accesso e poi sulla carreggiata in direzione opposta, prima di centrare due Fiat Punto. Ma se lo schianto con la prima è stato laterale e lieve, con danni soltanto alla carrozzeria e non al conducente, il secondo contro una vecchia Punto di colore rosso amaranto, a bordo della quale viaggiavano tre giovani del Senegal (due donne e un uomo), è stato più violento e grave, frontale. I mezzi sono finiti uno al centro della carreggiata, controsenso come era entrato, l’altro contro il ‘new jersey’ centrale. Imponente la macchina di soccorsi che si è precipitata sul posto in pochi attimi: tre ambulanze, una medicalizzata, una pattuglia della squadra volante, quella della Polstrada dell’Aquila e i vigili del fuoco: questi ultimi hanno dovuto far ricorso ai divaricatori per estrarre dall’utilitaria due dei tre extracomunitari bloccati nell’abitacolo e per permettere al personale medico di stabilizzarli a bordo delle ambulanze e poi trasferirli al pronto soccorso del Mazzini. Il primo ad essere portato in ospedale è stato il conducente della Daihatsu Feroza, che era cosciente e si disperava per essersi conto della manovra sbagliata che aveva causato l’incidente. I feriti sono in fase di valutazione al pronto soccorso, ma soltanto due dei quattro sembrano essere in condizioni serie. Sul posto dell’incidente c’è anche il personale della Strada dei Parchi per la viabilità e il ripristino della circolazione, deviata su una solo corsia per oltre un’ora.  

 

GUARDA IL VIDEO DEI SOCCORSI

Leave a Comment