Pannella 'torna' in consiglio dopo 25 anni per la cittadinanza ad honorem

TERAMO – Il suo nome, la sua presenza è tornata ad aleggiare a distanza di oltre 25 anni nella sala del consiglio comunale di Teramo: Marco Pannella, vi fu protagonista da consigliere comunale ai primi anni ’90 quale ispiratore di una lista civica dai nomi altisonanti (Virginio Bettini, Ivan Graziani, Grazia Scuccimarra), ci è tornato simbolicamente oggi per ricevere la cittadinanza ad honorem. Simbolicamente perchè l’ottuagenario leader radicale è bloccato nell’abitazione romana dalle sue condizioni di salute ma domattina riceverà a domicilio il sindaco Brucchi e una delegazione di consiglieri comunali che gli consegneranno la chiave d’oro della città e la pergamena. Oggi ha seguito attraverso Radio Radicale il consiglio comunale di Teramo che si è unito in un applauso scrosciante e partecipato, quale tributo alla vita politica di un personaggio, un concittadino, che ha lasciato un segno indelebile nella storia della politica italiana, da innovatore laico e non violento. «Un politico che ha saputo coniugare le battaglie per i diritti da affermare nel Paese con quelle per difendere la sua città, per le quali è stato talvolta anche protagonista e fautore – ha spiegato il sindaco Brucchi nelle motivazioni con cui ha assegnato il riconoscimento -. Per l’affetto che ha custodito verso Teramo; sempre lodata, evidenziando le qualità di territorio e cittadini; per l’esempio di disinteressata e lungimirante passione civile; per la carica innovativa della sua visione politica; per la lealtà e l’onestà con cui ha sempre condotto la sua azione. Con orgoglio e in segno di affettuosa gratitudine, di tenero orgoglio e di istintiva stima» per assegnargli la più alta onorificenza civica.

Leave a Comment