Teramo Vivi Città porta in procura l'investimento di Laika

TERAMO – La tragica vicenda che ha visto protagonista, suo malgrado, la piccola Laika, il pastore tedesco di due anni investito e poi trascinato per un chilometro da una macchina in piena città, ha turbato tanti. L’Associazione Teramo Vivi Città va però oltre il turbamento e lo choc per denunciare. Lo farà con un esposto, anticipato oggi dal suo rappresentante Marcello Olivieri, che lunedì sarà depositato in procura. «Una querela nei confronti di chi era alla guida dell’auto – scrive Olivieri -. Laika è stata investita e trascinata da Villa Pavone fino al quartiere Gammarana, circa un chilometro di atroci sofferenze che hanno portato alla morte la povera bestiola. Nella querela – aggiunge il presidente di Teramo Vivi Città – chiederò la punizione per il reato di omissione di soccorso come previsto dall’articolo 189 comma 9-bis del Codice della Strada. Inoltre verrà chiesto di valutare se nel comportamento di chi era alla guida del veicolo ci sono i presupposti per attribuire anche la violazione degli articoli 544 bis e 544 ter del Codice Penale (uccisione e maltrattamento di animali), preannunciando anche la costituzione di parte civile come Associazione».

Leave a Comment