Prove tecniche di nuova giunta, ma il sindaco avrà carta bianca

TERAMO – Prove tecniche di avvicinamento al nuovo esecutivo. Il passaggio di questa sera attraverso il nuovo tavolo politico della maggioranza di centrodestra, è vissuto sulla bozza di documento programmatico che il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi ha messo a disposizione degli alleati. Tre punti cardine compongono questo documento: da quale esperienza politica proviene la coalizione, il merito e il metodo. Ma la seduta di questa sera ha anche probabilmente sancito una certezza dalla quale i partiti e i loro leader non potranno tornare indietro: non ci saranno pressioni sulla formazione della giunta, sarà esclusiva prerogativa del sindaco. Una sorta di carta bianca strappata dal primo cittadino alle forze politiche, concordi finora, almeno a parole, sul fatto che non c’è interesse per le poltrone quanto invece sui temi amministrativi e sulla necessità di mettere in atto programmi concreti che risollevino la città. Dunque l’esecutivo che uscirà dal cilindro di Brucchi sarà prerogativa esclusiva del sindaco. Esecutivo che verrà svelato molto probabilmente entro la prossima settimana: fino a quel momento servirà lavorare al consenso alla bozza programmatica, in cui – si è detto stasera a margine della riunione – verranno inseriti anche elementi politici richiesti dai civici ‘dalmaziani’ e le indicazioni fornite da Fratelli d’Italia.

Leave a Comment