E' morto Marco Pannella. Domenica camera ardente e lutto cittadino FOTO VIDEO

TERAMO – Purtroppo quello che si temeva nelle ultime ore è accaduto: Marco Pannella è morto, all’età di 86 anni. Le sue condizioni si erano aggravate ieri sera e ne era stato deciso il ricovero nella clinica Nostra signora della Mercede. Accanto a lui, nelle ultime ore di vita, i ‘vecchi compagni delle battaglie radicali, da Rita Bernardini leader di lungo corso dei radicali, Sergio D’Elia e Elisabetta Zamparutti, responsabili di ‘Nessuno Tocchi Caino’ e Alessandro Capriccioli, segretario dei radicali a Roma. Il leader radicale 86enne che proprio nei giorni scorsi ha ricevuto la cittadinanza teramana ad honorem, lottava da tempo contro due tumori, uno ai polmoni, l’altro al fegato. Le condizioni di salute di Marco Pannella erano peggiorate dal mese di marzo, e purtroppo gli allarmi lanciati nelle ultime settimane erano aumentati fino al ricovero di ieri e il decesso di stamattina. 

Domenica camera ardente in Comune e lutto cittadino. E’ con una camera ardente nella sala consiliare del Comune che la città di Teramo lo saluterà domenica, per l’ultima volta. Ad annunciarlo il sindaco Maurizio Brucchi, che spiega come la salma di Pannella arriverà a Teramo intorno all’una della notte tra sabato e domenica, e come la camera ardente resterà aperta fino alle 15 quando partirà alla volta del cimitero di Cartecchio dove alle 16 sarà tumulata nella cappella di famiglia. E proprio per la giornata di domenica il sindaco ha proclamato il lutto cittadino – che sospende dunque tutti gli incontri e le manifestazioni pubbliche – invitando docenti e presidi a dedicare la giornata di sabato al ricordo di Marco Pannella con approfondimenti e momenti di studio su una delle figure simbolo delle lotte per i diritti civili e sociali. «Interpretando il sentimento della popolazione e la forte emozione suscitata dalla notizia – ha detto il sindaco Brucchi – esprimo il profondo senso personale e collettivo di cordoglio per la scomparsa del cittadino onorario Marco Pannella. Con apposita ordinanza di programmazione del lutto cittadino invitiamo la cittadinanza, i titolari di attività produttive e commerciali, le organizzazioni politiche, sindacali, sociali, economiche e produttive ad esprimere la propria partecipazione nelle forme ritenute più opportune». Proprio qualche giorno fa Marco Pannella aveva ricevuto la cittadinanza onoraria (guarda il video), un ulteriore gesto di vicinanza della città al suo concittadino che il sindaco si dice particolarmente contento di essere riuscito a tributare al leader radicale. «Mi resterà sempre impressa la battuta di Pannella – ha detto il sindaco – che nel momento in cui gli ho consegnato le chiavi della città mi ha detto «Sono false e so pure chi le ha falsificate». Credo che questa sia la frase più significativa di quella mattinata».

Le cerimonie previste a Roma: alla Camera, al Partito radicale e in piazza Navona. Domani pomeriggio la camera ardente per Marco Pannella si aprirà a Montecitorio a partire da domani alle 15. Poi nella notte in via di Torre Argentina si terrà una veglia al partito radicale. Rita Bernardini uscendo dalla clinica dove Pannella è deceduto ha anche annunciato un ulteriore saluto, sabato, che verrà fatto "nella piazza delle tante battaglie", a Piazza Navona, prima della partenza della salma per Teramo.

Leave a Comment