Domani 41mila teramani vanno alle urne per le amministrative

TERAMO – Oltre 41mila elettori di 7 comuni della provincia di Teramo sono chiamati al voto domani, per il rinnovo dei consigli comunali. Di questi oltre la metà sono i cittadini di Roseto, l’unico comune del Teramano e uno dei 5 in tutto l’Abruzzo, che ha una popolazione superiore ai 15mila abitanti e che dunque, in caso di non superamento del 50% dei consensi da parte di uno dei candidati sindaco, vivrà il turno ballottaggio fissato al 19 giugno. nel centro rosetano sono tre gli aspiranti alla poltrona di primo cittadino, con il sindaco uscente Enio Pavone, sostenuto da 6 liste di centrodestra, sfidato dal candidato del Partito Democratico con tre liste, Sabatino Di Girolamo, e da quella dei movimenti civici e Abruzzo civico, Rosaria Ciancaione, per un totale di 15 liste e ben 238 candidati al consiglio comunale. Dal comune più popoloso a quello più piccolo: Pietracamela, con i suoi 376 elettori. Qui è il turno elettorale è particolarmente atteso, si torna infatti alle urne dopo un lungo periodo di commissariamento, per la non validità del voto precedente per mancanza di quorum: per evitare ciò stavolta è comparsa anche una cosiddetta ‘lista civetta’. Tre gli sfidanti: Michele Petraccia di Cambia Menti, Paolo Di Furia, Nuovi Orizzonti, ed Enzo D’Ignazio, della Civica per Pietracamela. Sfida ai sindaci uscenti in altri quattro comuni interessati dal voto. A cominciare da Castellalto, dove Vincenzo Di Marco di Insieme per Castellalto, si difende dall’assalto elettorale del candidato 5 Stelle Bruno Nocella e dal civico di Castellalto Rinasce, Valerio Odoardi. Idem a Colonnella, dove Leandro Pollastrelli (Città Sostenibile) trova sulla sua strada Eleanna Pandolfelli di Colonnella Cambia, o a Basciano dove Paolo Paolini della civica Torre Gialla, è insidiato dal candidato di Uniti per Basciano, Alessandro Frattaroli. Due avversari infine per Gabriele Minosse di Uniti per la Montagna, che da ex primo cittadino di Cortino trova la concorrenza di Giuseppe Verrigni di Cortino per tutti e di Marco Tiberii di Cambiare si può. Volti tutti nuovi infine a Bellante, dove gli sfidanti sono Ennio Chiavetta di Bene Comune, Giovanni Melchiorre di Bellante futura e Patrizia Terzilli per il Movimento 5 Stelle. In totale, sono 31 le liste in corsa e 406 i candidati.

Leave a Comment