Indagini sul rogo del blindato, premiati i carabinieri del Nucleo informativo

TERAMO – Un encomio da parte del Comandante della Legione Carabinieri "Abruzzo" è stato conferito ieri ai militari del Nucleo informativo carabinieri di Teramo, nel corso della cerimonia per la celebrazione del 202esimo anniversario della Fondazione dell’Arma, svoltasi alla Caserma Rebeggiani di Chieti. Il luogotenente Vincenzo D’Alto, comandante del nucleo, e gli addetti maresciallo capo Franco Berti, vicebrigadiere Maurizio Gifaldi, e gli appuntati scelti Michele Lagonigro e Manolo Olivieri, sono stati premiati per la loro attività investigativa svolta a seguito degli incidenti del 15 ottobre 2011 a Roma, in piazza San Giovanni, in occasione della manifestazione degli ‘indignati’ che culminò con l’assalto al blindato dei carabinieri, che fu poi dato alle fiamme, e il ferimento di un militare che era a bordo del mezzo. I carabinieri del nucleo informativo sono stati premiati con la seguente motivazione: «Comandante ed addetti a nucleo informativo di comando provinciale, evidenziando altissimo senso del dovere e spiccata professionalità, partecipavano ad un’attività d’indagine nei confronti di soggetti appartenenti a gruppi anarchici che, nel corso di manifestazione di protesta nella capitale, si rendevano responsabili di gravissimi episodi di devastazione, saccheggio, incendio, resistenza a pubblico ufficiale, nonché del tentato omicidio di militare dell’Arma. L’operazione si concludeva con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 24 persone e il deferimento in stato di libertà di altre 37».

Leave a Comment