I cantieri scolastici procedono per chiudersi entro l'inizio delle lezioni

TERAMO – Ammonta a oltre un milione di euro l’importo dei lavori che nel corso dell’anno stanno interessando alcuni plessi scolastici comunali. In totale sono sei gli interventi, individuati nell’ambito della messa in sicurezza delle scuole oppure la ristrutturazione di parti degli edifici.

Gli interventi sono sei, a cominciare dalla scuola elementare Noè Lucidi (con fondi per 150mila euro), a quelli per il miglioramento antisismico della Scuola dell’infanzia e asilo nido Giuseppe Lettieri di via Diaz (con 232mila euro) della Media Zippilli (il completamento è con i fondi comunali di 20mila euro), della scuola elementare Risorgimento e della scuola materna di via Tevere (in entrambi i casi è in corso la gara di appalto, con fondi per 290mila euro nel primo caso e di 232mila nel secondo). Infine, circa 90mila euro sono a disposizione per indagini diagnostiche su solai e controsoffitti di 14 plessi scolastici.

«Sebbene impegnati su diversi fronti – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici, Franco Fracassa – quello della scuola è un ambito che continuiamo a privilegiare. L’estate è per noi la stagione dei lavori da condurre a pieno ritmo e da concludere nei tempi previsti per la riapertura delle lezioni».  

«L’elenco dei lavori che interessano edifici scolastici, dimostra e conferma quanto da sempre l’amministrazione comunale ha indicato come "stella polare" della propria attività l’attenzione alle scuole e al sociale – ha ribadito il sindaco Maurizio Brucchi -. Negli ultimi anni abbiamo portato a conclusione interventi per un importo complessivo superiore ai 10 milioni di euro, eseguendo attività sia nelle situazioni improcrastinabili sia dove abbiamo ritenuto opportuno condurre lavori che favorissero le attività e la sicurezza».

Leave a Comment