Ballone: «La teleferica? Quanto costerà rispetto al trasporto con il bus?»

TERAMO – Il Masterplan, e in particolare l’ipotesi progettuale di una teleferica che colleghi la città al Campu universitario di Colleparco, ha sollevato una serie di discussioni e valutazioni, non ultima quella che vorrebbe i 10 milioni di plafond previsti per la sua realizzazione più utili o necessari per la sicurezza nelle scuole.
Nel dibattito a più voci, un punto di vista non secondario è quello tecnico, che riguarda cioè il complesso rapporto tra costi e benefici di un’opera. Una riflessione su questo aspetto la fornisce l’imprenditore teramano Agostino Ballone, presidente regionale di Confindustria che, in particolare, quale amministratore della Baltour che gestisce il trasporto urbano a Teramo, di costi e numeri sulla tratta che la teleferica dovrebbe coprire, se ne intende. Proprio Ballone, dal suo profilo Facebook, ha inteso attrarre l’attenzione su due aspetti della questione progettuale: quanto costerà al passeggero e quanto alla collettività rispetto al bus, tuttora in servizio? Inoltre, la collettività, ovvero gli abruzzesi e con essi i teramani, già sostengono la spesa di una linea di trasporto urbano con il plafond chilometrico assegnato al Comune di Teramo.
«La contrapposizione politica – sostiene Agostino Ballone -, pur rientrando nella normalità quotidiana, quando interessa la realizzazione di opere strutturali, rischia di produrre danni irreversibili alla comunità se non attentamente valutati… Il Masterplan per la gran parte assolve a tale verifica», ovvero i costi sono certamente giustificati dai benefici. Ma è il caso della teleferica per l’Università? 
«Oggi il collegamento dal centro città all’Università di Teramo – ci spiega il presidente e Ceo di Baltour – é assolto dal servizio urbano. I tempi di percorrenza sono di circa 5 minuti, la frequenza delle corse é di 15 minuti, il costo per i passeggeri è di 1,20 euro a corsa, per gli abbonati 0,30 euro per corsa. Il costo per la collettività – precisa Ballone – é già sostenuto e ricompreso nel plafond chilometrico assegnato al Comune di Teramo».
Questo è quanto costa il servizio bus, in quali costi si tradurrà il servizio di teleferica? «Per valutare la bontà del progetto "teleferica" – conclude il presidente di Confindustria Abruzzo -, aspetto di vedere e verificare in contrapposizione ai numeri sopra indicati quelli attribuiti alla teleferica».

Leave a Comment