E' morto a Pistoia l'inglese che in auto travolse e uccise i due marittimi teramani

MARTINSICURO – Mercoledì scorso era comparso dinanzi al giudice del tribunale di Teramo nel processo in cui era imputato per l’omicidio stradale dei due marittimi di Martinsicuro Graziano Battistelli e Marco Iampieri, travolti dal suo Suv impazzito lungo la statale 16: oggi pomeriggio, Stephen Collins, il 37enne inglese unico imputato di quella strage stradale, è stato trovato senza vita sul divano di un’abitazione a Marliana, nel Pistoiese. Domani avrebbe dovuto sottoporsi ad alcuni accertamenti clinici. A trovare il corpo senza vita dell’agente di commercio inglese è stato il fratello: è stata aperta un’inchiesta, la magistratura ritiene trattarsi di una morte naturale ma è stata comunque disposta l’autopsia che sarà eseguita nelle prossime ore.

Collins sarebbe tornato di nuovo in udienza il prossimo 4 novembre per ripercorrere quella tragica notte tra il 18 e il 19 dicembre dello scorso anno quando si mise alla guida ubriaco: il suo potente Suv travolse l’utilitaria a bordo della quale i due pescatori teramani si stavano recando a lavorare, per imbarcarsi sul pescherecchiio alla fonda nel porto di San Benedetto del Tronto. I marittimi morirono sul colpo, l’inglese finì ferito all’ospedale di Sant’Omero dove fu arrestato.

Leave a Comment