Il “Pigro“ di quest'anno dedicato agli autori e a Di Sante

TERAMO – Dopo due rinvii a causa dell’emergenza post sisma la 19esima edizione del premio “Pigro“ dedicata alla memoria di Ivan Graziani torna il 27 gennaio al teatro comunale di Teramo. L’iniziativa, finanziata con 33 mila euro di fondi regionali, è stata presentata questa mattina in conferenza stampa dal sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi e da Anna Bischi Graziani. La scelta della data – come ha spiegato la vedova di Ivan – non è casuale: proprio il 27 gennaio infatti usciranno un cofanetto e un vinile del musicista teramano. Tanti gli ospiti, anche stranieri che parteciperanno all’iniziativa e tante le novità in programma. «Quella di quest’anno – ha spiegato Anna Bischi Graziani – sarà un’edizione in cui porteremo sul palco gli autori dei pezzi famosi che spesso restano nell’ombra. Un’altra grande novità è il ritorno del concorso. Le selezioni avverranno in tre tappe una a nord, una a sud e una nel centro Italia. I vincitori saranno convolati a Teramo dove si svolgerà la premiazione che probabilmente avverrà in due giornate e in presenza di una giuria. Il vincitore avrà la possibilità di incidere un suo disco negli studi del produttore americano John Menson a Santa Fe grazie alla collaborazione con il cantautore canadese Bocephus King che ha tradotto e riarrangiato alcuni pezzi di Ivan e che sarà presente a Teramo il giorno della premiazione. Il Pigro va fuori arriva in America in questa formula. Il giorno della premiazione – ha concluso Anna Graziani – ci sarà anche un momento dedicato a Giandomenico Di Sante che ha accompagnato il Pigro con la sua discrezione. Speriamo che la 20 edizione potremo farla in Piazza». «Sono molto soddisfatto che nonostante le difficoltà anche quest’anno siamo riusciti ad organizzare il Pigro. I dettagli del programma saranno definiti nei prossimi giorni, purtroppo con i due rinvii a causa del terremoto abbiamo perso qualche nome per strada. Quest’anno nell’ambito del Premio dedicato a Ivan ci saranno tante iniziative collaterali tra cui una raccolta fondi per gli edifici scolastici teramani. Hanno aderito in tanti: grazie ad Anna anche il comune di Nuova Feltre ha voluto dare il proprio contributo. Dopo la Befana sapremo con certezza quanti soldi abbiamo raccolto e a cosa li vogliamo destinare: la priorità restano le scuole».

Leave a Comment