«D'Alfonso stava lavorando ventre a terra per i bisogni delle popolazioni»

TERAMO – «Ieri il Presidente Luciano D’Alfonso ha continuato a lavorare per i bisogni della Regione, definendo la piattaforma dei contenuti con i colleghi Presidenti e con il Commissario Vasco Errani. Martedì ci sarà un importante confronto proprio sui temi del sisma e del maltempo di gennaio, questa volta con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi». Non si fa attendere la replica del capogruppo in consiglio regionale del Ps, SandroMariani, alla critiche dell’opposizione di centrodestra circa l’assenza di D’Alfonso alla mannifestazione di Roma.

«La manifestazione di ieri – continua Mariani – cui il governo regionale ha preso parte con l’assessore Pepe e i Consiglieri Camillo D’Alessandro e Luciano Monticelli, oltre al sottoscritto, è stata un segnale da parte del territorio che ha posto temi ad alcuni rappresentanti delle istituzioni parlamentari, temi sui quali il Presidente D’Alfonso sin dai primi giorni dell’emergenza sta lavorando ventre a terra per arrivare ad obiettivi ulteriori rispetto a quelli già conseguiti».

«Voglio anche sottolineare il dialogo proficuo e continuo con il Capo Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Fabrizio Curcio, che sabato scorso è venuto a constatare di persona la situazione nel Teramano. Stiamo lavorando – conclude Mariani – per scongiurare che, come accaduto nel 2009, territori gravemente colpiti dal sisma quali i Comuni della Valle Siciliana vengano esclusi dal cratere»

Leave a Comment