Scoperta banda di marocchini che rubava nelle scuole per rifornirsi di droga

TORTORETO – I Carabinieri del nucleo oerativo della compagnia di Alba Adriatica e della stazione, hanno sgominato la banda di extracomunitari che aveva messo a segno una dozzina di furti nelle scuole e in alcune attività commerciali della costa vibratiana, da Martinsicuro a Tortoreto. Tre marocchini sono stati identificati dopo il rinvenimento di un personal computer rubato nella scuola di Tortoreto Lido, in possesso di due cittadini senegalesi, che sono stati denunciati per concorso in ricettazione. Attraverso le indagini si è scoperto che i tre nordafricani – segnalati alla magistratura per concorso in furto aggravato e continuato – utiizzavano la refurtiva per acquistare droga, in particolare cocaina, da una famiglia rom residente ad Alba Adriatica. Nella loro abitazione i militari diretti dal maggiore Emanuele Mazzotta hanno rinvenuto, oltre a una ingente quantità di televisori, telefoni cellulari, personal computer e monitor, anche 17 grammi di cocaina suddivisi in due involucri nascosti nella camera da letto. In quella casa vivono un diciassettenne, ritenuto il gestore del materiale provento di furto, e la madre 47enne: il primo è stato denunciato al tribunale dei minorenni per ricettazione, la genitrice per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il materiale rubato è stato sequestrato ed è a disposizione di chi voglia visionarlo nella sede del comando compagnia dei carabinieri ad Alba Adriatica.

Leave a Comment