Nelle chiese della Valle Siciliana in salvo le opere d'arte FOTO

TERAMO –  Prosegue intensamente il lavoro dei vigili del fuoco nelle chiese del Teramano e della Valle Siciliana in particolare. Con l’assistenza dei funzionari della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, con l’assistenza dei Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio culturale di Ancona e dei volontari della Misericordia di Ascoli, in mattinata hanno effettuato un intervento per recuperare e mettere in sicurezza alcune opere d’arte dalla chiesa di Santa Maria degli Angeli a Castelli, crollata parzialmente dopo le scosse di terremoto che si sono susseguite dal 24 agosto in poi. Sette tele che decoravano pareti e altari sono state recuperate.
Nel pomeriggio la task force si è trasferita a Tossicia, nella chiesa di Santa Sinforosa, attualmente inagibile, doveè stata recuperata dalla sua nicchia la porzione inferiore di una Madonna con bambino in trono di terracotta. La parte superiore era già stata recuperata in occasione di un precedente intervento. Il recupero è stato completato con il prelievo di un dipinto su tela dalla chiesa di San Pasquale, di proprietà privata, in località Case di Renzo: l’intervento è risultato particolarmente complesso per la presenza dei resti del tetto in legno crollata. Le opere d’arte sono state spostate in un deposito temporaneo, dove saranno tenute in attesa di essere ricollocate nei siti di origine, una volta completati i lavori di ripristino.

Leave a Comment