Gara TeAm, via libera dall'Autorità anticorruzione

TERAMO – L’autorità nazionale anticorruzione, l’Anac presieduta da Raffaele Cantone, ha dato il via libera all’esecuzione della parte finale del bando di gara a doppio oggetto per l’individuazione del nuovo socio privato del Comune di Teramo nella Teramo Abiente. L’Anac ha infatti vidimato la valutazione positiva fatta dal Comune sui requisiti a partecipare della Ciclat Trasporti Ambiente, la coop di Ravenna unica azienda a rispondere al bando. Il via libera autorizza adesso la proposta concreta per diventare partner TeAm. Accanto a questo arriva dal Tar dell’Aquila un altro atto che permette alla procedura concorsuale di andare in discesa: i giudici amministrativi hanno infatti respinto i ricorsi presentati dalla Deco dell’imprenditore Di Zio e della Diodoro Ecologia con cui veniva chiesto l’annullamento del bando. Il terzo ricorso, quello proposto personalmente dall’ex amministratore delegato Luca Ranalli, era stato ritirato dalla TeAm stessa, al momento dell’uscita di scena dell’amministratore.

Leave a Comment