Anche i dipendenti della Coca Cola si formeranno alla guida sicura con Dedo

TERAMO – Circa 170 dipendenti della Coca Cola Hbc Italia, principale produttore e distributore in Italia del glorioso marchio americano, saranno formati nella guida sicura dal pilota teramano Alfredo De Dominicis. La "Dedo Driving School" del rallysta si è infatti aggiudicata la gara di appalto che prevede 9 tappe formative sull’interno territorio nazionale, nel corso delle quali i dipendenti Coca Cola Hbcche usano le auto assegnate dall’azienda come strumento di lavoro, saranno sensibilizzati e preparati alla guida senza rischi e in sicurezza. I corsi prenderanno il via il 18 maggio per concludersi in autunno e si svolgeranno nei circuiti di Jesolo, Ortona, Asti, Alghero, Napoli, Rozzano di Milano, Foggia, Bologna ed Aprilia, su quelli cioè che rappresentano, tra gli altri requisiti, una realistica simulazione della normale circolazione stradale.

Il programma, oltre a una parte teorica curata da Dedo, prevede una serie di sessioni pratiche in pista con l’obiettivo di migliorare la consapevolezza e la competenza alla guida di chi usa l’auto per lavoro per molte ore al giorno. Tra i temi che costituiscono una parte significativa del programma di lavoro ci sono argomenti legati alla distrazione cognitiva e all’importanza di un’alimentazione adeguata per diminuire i tempi di digestione e quindi arginare il rischio di colpi di sonno. Lo staff della Dedo Driving School utilizzerà dei droni per analizzare le prove di guida, tesi a evidenziare gli errori nell’applicazione degli insegnamenti impartiti.

«Siamo stati scelti in virtù delle nostre competenze, del nostro programma tecnico e della nostra capacità di adattamento alle esigenze del cliente, cosa che ci appaga molto – ha dichiarato Dedo -. Siamo convinti che nell’era delle auto "intelligenti" i comportamenti di chi le guida siano ancora più importanti delle manovre di emergenza, che ormai sono già messe in atto dalle vetture (frenata assistita o antisbandamento). Nel nostro corso gli elementi di guida preventiva, gestione della distrazione, stato psicofisico e consapevolezza del guidatore sono posti al centro della formazione. Molti – prosegue Dedo – pensano che guidare un veicolo aziendale, non rientri nel campo di applicazione del Testo Unico sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. In realtà, il datore di lavoro ha l’obbligo di valutare tutti i rischi legati alle attività lavorative e alle attrezzature di lavoro. La strada è un luogo di lavoro ed il veicolo aziendale è un‘attrezzatura. Tutti i lavoratori che utilizzano delle attrezzature, devono essere "informati, formati ed addestrati" relativamente alle condizioni di impiego».

È intuibile l’importanza di questo risultato per Dedo e per lo staff di istruttori della sua scuola dal momento che Coca-Cola HBC Italia riveste un ruolo di primo piano anche nel sistema economico italiano in termini di risorse generate e occupazione nel Paese. In particolare l’azienda è presente in Abruzzo dal 1989 con lo stabilimento di Oricola, nell’Aquilano, con un impatto occupazionale diretto e indiretto di oltre 4.000 persone.

Leave a Comment