Anziano investito dai ciclisti: è morto per l'emorragia dovuta per la caduta. Quattro gli indagati

TERAMO – È morto per una vasta emorragia fronto temporale destra da trauma Alfredo Pizzogallo, l’anziano di 82 anni di Civitella, morto qualche giorno fa nel reparto di rianimazione del Mazzini di Teramo dove era ricoverato da due settimane in seguito ad un investimento avvenuto Sant’Egidio durante una competizione ciclistica. A causare il decesso, dunque, sarebbe stata la caduta seguita all’investimento, che aveva visto l’anziano battere violentemente il capo. A stabilirlo l’autopsia effettuata nel pomeriggio sul corpo dell’uomo dall’anatomopatologo Giuseppe Sciarra. Proprio in virtù dell’autopsia il pm Laura Colica ha iscritto quattro persone nel registro degli indagati: un medico dell’ospedale di Sant’Omero (dove l’anziano aveva ricevuto le prime cure prima di essere trasferito a Teramo), due medici del Mazzini e un responsabile della gara ciclistica. Un atto dovuto, per consentire ai quattro la nomina di un proprio consulente. Intanto nei giorni scorsi i Carabinieri di Sant’Egidio, ai quali la Procura ha delegato le indagini, oltre ad aver acquisito la cartella clinica dell’anziano hanno ascoltato diversi testimoni, che avrebbero riferito come l’82enne avrebbe attraversato la strada all’improvviso senza accorgersi del sopraggiungere dei ciclisti.

Leave a Comment