Il contromano in via Savini simbolo della città senza controlli

TERAMO – Appare sempre più una città senza controlli quella che registra, in pieno sabato mattina, un mezzo di un ambulante del mercato settimanale percorrere tranquillamente l’unica via di transito per la zona centrale della città, via Savini, contromano. Lo segnala l’Associazione Teramo Vivi Città, che ha ritratto il furgone in senso contrario tra lo stupore generale. ""Proprio lo stupore però non appartiene più ai teramani quando si parla di traffico cittadino. A Teramo ormai è permesso fare di tutto sul piano della viabilità e della sosta, con piazza Martiri e buona parte anche del corso, quella non interessata dai lavori, che è simbolo di una deriva che viene favorita dall’assenza totale di chi dovrebbe punire l’andazzo generale. Auto parcheggiate dovunque, anche davanti agli ingressi dei negozi aperti, o perennemente dove vige la Ztl con sosta massima di mezzora (fare una camminata per via Capuani per credere), stallo introvabile per un residente del quartiere San Giorgio perchè occupato da chiunque tranne che dagli autorizzati, commercianti che lasciano i loro mezzi in sosta nelle aree vietate per intere giornate in coincidenza perfetta con l’orario di apertura dei loro negozi. Può far specie dunque se un ambulante percorre contromano via Savini? E’ solo l’ennesimo esempio di una città allo bando.

Leave a Comment