La prima prevenzione sta nell'alimentazione

ROSETO – Grande partecipazione, nella sala consiliare del Comune di Roseto, per il convegno “Siamo quel che mangiamo – Prevenire le malattie con una corretta alimentazione”.  Un successo determinato anche dalla presenza, in piazza della Repubblica, del camper per lo screening della mammella della Asl di Teramo: sono state 45 le donne che si sono sottoposte ad esami mammografici. «La Asl di Teramo si raccorda con il territorio e con semplicità avvicina le donne e chiede loro di fare prevenzione – ha detto il sindaco Sabatino Di Girolamo -. E’ chiaro che non sfugge l’importanza di una iniziativa del genere ed è fondamentale che la prevenzione si diffonda sempre più». «Sono particolarmente soddisfatta di vedere una rappresentanza di giovani – ha detto la presidente del Consiglio comunale, Teresa Ginoble -. Grazie alle presidi dei nostri istituti superiori, Sabrina del Gaone ed Elisabetta Di Gregorio, e alla Commissione pari opportunità del nostro Comune. Questo progetto dovrà andare avanti. Siamo in tanti a lavorare e dipende da noi riuscire a mantenere alta l’attenzione su questi problemi». Fabrizio Capone, prmario di radiologi dell’ospedale di Atri, responsabile dello Screening della mammella e organizzatore del convegno, rivolgendosi ai numerosi giovani presenti ha sottolineato, tra l’altro, che non ci sono cibi vietati e che anche l’alcol può essere assunto, con moderazione, alle età consentite: «Guardate l’etichetta – ha detto  -, guardate in quali quantità ci sono certi elementi, come l’olio di palma. I prodotti delle piccole aziende sono più sicuri. Chi si aspettava che qui ci fosse il proibizionismo – ha aggiunto Capone – ha sbagliato sala. Uscite la sera, divertitevi, bevete ma con moderazione, mangiate sano, per fortuna qui in Abruzzo, e a Roseto in particolare, lo potete fare con facilità». Ai lavori del convegno hanno partecipato Vincenzo De Laurenzi, del Dipartimento di Scienze mediche e biotecnologiche dell’università D’Annunzio, ericercatore Airc, Giovanni Cianci del reparto di Oncologia dell’ospedale di Teramo, e Maria Mattucci, direttore sanitario Asl Teramo. Erano presenti oltre al sindaco Di Girolamo e a Teresa Ginoble, anche l’assessore alle Politiche sociali, Luciana Di Bartolomeo, il vicesindaco Simone Tacchetti, l’assessore al Bilancio, Antonio Frattari, la consigliera comunale Emanuela Ferretti, con i colleghi Simone Aloisi, Marco Angelini, Salvatore Celestino, Massimo Felicioni, la vicepresidente della Commissione pari opportunità, Giorgiana Camplese.

Leave a Comment