Un anno fa moriva Marco Pannella. Mattarella: «Manteniamo vive le sue conquiste»

TERAMO – Un anno fa, proprio una settimana dopo la consegna della chiave della città da parte del sindaco di Teramo, moriva Marco Pannella, politico, giornalista e intellettuale teramano, forse il più illustre concittadino di tutti i i tempi. La solenne accoglienza della sua salma, l’allestimento della camera ardente in municipio e la celebrazione dei funerali laici, dopo la grande cerimonia nella capitale muovendo dalla sede di Radio Radicale, resteranno a lungo nella memoria del teramani e non solo, quale indelebile pagina della storia moderna della città, come tante altre che le vicende legate all’istrionico leader radicale hanno scritto nella storia d’Italia. «Riconoscere e affermare i diritti fondamentali dell’uomo è il legato di Marco Pannella – ha detto oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato al Partito radicale -. Un impegno continuo, che richiede intelligenza e passione, in tutti i continenti. Sono conquiste che vanno continuamente rese vitali. Dialogo e affermazione dello Stato di Diritto sono obiettivi permanenti. La conoscenza – e il diritto alla conoscenza – è un’altra frontiera della giustizia e del diritto da esplorare con sguardo rivolto al futuro».

Valorizzare l’eredità intellettuale e politica di Marco Pannella sarà l’obiettivo del Comitato tecnico scientifico, nominato da Università, Provincia, Comune e Regione Abruzzo, il cui primo nucleo è costituito da Mirella Parachini, compagna di Marco Pannella e attivista dei diritti civili; Francesco Benigno, professore ordinario di Storia moderna di UniTe, Stefano Traini, professore ordinario di Filosofia e teoria dei linguaggi, preside della Facoltà di Scienze della comunicazione di Unite, Silvio Araclio, fondatore e direttore artistico dell’associazione culturale Spazio Tre già docente di Comunicazione teatrale e Alessio Falconio, direttore di Radio Radicale. Tra le iniziative, anche una manifestazione che dovrebbe avere cadenza annuale.

Intanto questo pomeriggio, a Teramo, ci saranno due appuntamenti dedicati a Pannella: a partire dalle ore 17.30, al Teatro Romano una commemorazione promossa da Amnistia Giustizia Libertà Abruzzi e Teramo Nostra con il patrocinio del Comune e della Provincia di Teramo; alle 18.30 ai Giardini "Marco Pannella" del palazzo della Provincia, a cura del Maggio.Fest, è previsto un concerto della Benedetto Marcello – Quartetto Saramago con la partecipazione del mezzosoprano, Alba Riccioni. La scuola di teatro Spazio Tre presenta "Pericolosamente" di Eduardo Di Filippo; lettura scenica di Vincenzo Macedone e Mauro Di Girolamo.

Leave a Comment