Sisma, mancano 523 sopralluoghi ma non si trovano i residenti

TERAMO – Nella mattinata di oggi sono state emesse 75 ordinane di sgombero di edifici interessati dai danni del sisma e il totale dei provvedimenti ha raggiunto così quota 1.341. Le famiglie interessate dalle ordinanze e che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni, a Colleatterrato Basso, Scapriano, via Cona e Cavuccio, sono state 43. C’è però anche chi rientra in casa dopo aver effettuato gli interventi di messa in sicurezza sugli edifici di categoria B o dopo presentazione di scheda Aedes: sono i casi, questi, di 18 famiglie. Ad oggi le cifre aggiornate parlano di 4.281 sfollati e di 1.445 nuclei famigliari sgomberati. Secondo quanto riferisce il Comune mancano ancora 523 sopralluoghi da effettuare, ma i tecnici incontrano difficoltà perchè molti nuclei famigliari risultano irreperibili per non aver comunicato il recapito telefonico. A loro il Comune rivolge l’appello: possono contatare direttamente l’assessore ai Lavori Pubblici, Franco Fracassa, con una mal all’indirizzo f.fracassa@comune.teramo.it. Fino ad oggi le richieste di sopralluogo ammontano a 5.577 e di questi ne sono stati eseguiti 4.603.

Leave a Comment