Arresti Castrum, M5S chiede le dimissioni del segretario generale

GIULIANOVA – Annunciando l’imminente mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Francesco Mastromauro, il Movimento 5 Stelle di Giulianova chiede la rimozione del responsabile anticorruzione del Comune. Non accennano a placarsi le polemiche dopo il ciclone arresti dell’Operazione Castrum della Finanza. Il consigliere Margherita Trifoni parla di «posizione imbarazzante del sindaco» e ricorda come la richiesta di sospensione della dirigente Mastropietro, avanzata da M5S ad ottobre, all’indomani dell’avviso di garanzia, era stata risolta «con un semplice trasferimento ad altra direzione». Una grossa fetta di responsabilità, secondo la Trifoni, è sulle spalle del responsabile anticorruzione, «incapace nel controllo – dice  la consigliere grillina -, inadeguato al suo ruolo, mancanza di vigilanza sull’apparato pubblico e parte dei suoi collaboratori». Per questo  il Movimento 5 Stelle chiede al sindaco un provvedimento d’urgenza e «sostituire la segretaria comunale, che per il 2016 ha addirittura avuto un bonus di 9.200 euro, con un dirigente più competente e capace». E poi accendere i riflettori «sulla lottizzazione del Lido delle Palme, tornata alla ribalta della cronaca con i recenti arresti».

Leave a Comment