Lavori del Corso, i commercianti chiedono un confronto pubblico

TERAMO – I lavori di pavimentazione di corso San Giorgio a Teramo riprenderanno probabilmente mercoledì e forse, come annunciato dal sindaco Brucchi sul suo profilo Facebook, con l’utlizzo di due squadre di posatori invece che una come accaduto fino ad oggi. I commercianti, che attraverso il presidente comunale di Confersercenti Antonio Topitti, avevano denunciato la lentezza dei lavori, però non si fidano e chiedono un incontro urgente al sindaco aperto alla stampa e ai cittadini. «Affinché ogni soggetto coinvolto si prenda pubblicamente le dovute responsabilità – dice Topitti -, chiediamo che alla riunione partecipino anche il direttore dei lavori, il titolare dell’impresa e l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Franco Fracassa, così da avere lumi una volta per tutte sui motivi reali di tanto ritardo e lentezza». Secondo i titolari delle attività commerciali del corso principale, la situazione è diventata drammatica e insostenibile e tale da ripetere i nefasti risultati dell’estate dello scorso anno, «Tante attività commerciali del Corso – aggiunge Topitti -, a causa delle dinamiche disastrose non naturali, sono a serio rischio bancarotta e fallimento. In molti hanno già dovuto chiudere i battenti, i sopravvissuti necessitano urgentemente di programmare il prossimo futuro commerciale, hanno quindi bisogno di certezze in merito alla tempistica dei lavori, spurie da qualsiasi demagogia usata fino ad oggi».

 

Leave a Comment