Quasi 7 milioni di euro per investire sul futuro dell'Izs 'Caporale'

TERAMO – 

Quasi 7 milioni di euro saranno investiti dal’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e del Molise “Giuseppe Caporale” nei prossimi tre anni. E se 1,5 milioni di euro di questi fondi andrà alla realizzazione di strutture minori nella nuova sede di Colleatterrato, quasi 4 saranno destinati all’implementazione dei servizi erogati attraverso il Ced e le Anagrafi, l’ultima delle quali proposta riguarderà l’igiene e la qualità degli alimenti. Sono alcuni degli interventi previsti dal Piano triennale degli investimenti, approvato dal Cda dell’Istituto "Caporale", che ha potuto ‘pescare’ per 2,5 milioni da parte del disavanzo del 2013, tornato nella disponibilità dopo l’approvazione di tre bilanci bloccati, e per la restante parte dal Fondo sanitario nazionale per i centri di eccellenza. Sulle banche dati sarà destinata la posta maggiore: 3,8 milioni destinati al Ced e finalizzati al sostegno delle attività commissionate dal  Ministero della Salute alle anagrafi zootecniche ed ai vari sistemi informativi nazionali realizzati negli anni. Serviranno a sostenere un settore trainante come quello dell’Anagrafe nazionale zootecnica, che conta 30mila utenti abilitati ad accedere ai servizi informativi nazionali, 4mila utenti diversi al giorno, e oltre 50mila transazioni quotidiane. Nel programma da qui al 2019 sono previsti interventi migliorativi della sicurezza degli ambienti di lavoro e per la completa operatività delle attività dei laboratori. In attesa della nuova sede, prevista non prima dei prossimi 4 anni, gli interventi di manutenzione non sono più differibili. Seicentomila euro spalmati in tre anni riguarderanno la certificazione antincendio della sede centrale di via Campo Boario, ai quali si aggiungono 120mila euro per l’adeguamento dei locali di Necroscopia, 325mila per il miglioramento funzionale della viabilità interna e sistemazione della palazzina della sede centrale e 500mila euro per la riqualificazione dell’Unità stagna. Anche le sedi territoriali riceveranno messa a norma e verifiche di vulnerabilità sismica: 150mila euro saranno spesi per Campobasso, 150mila per Pescara, 60mila per Isernia e 50mila per Avezzano. Capitolo nuova sede, infine: entro il prossimo luglio sarà pronta la progettazione esecutiva, entro l’anno sarà realizzato uno stabulario per piccoli animali che permetterà di trasferire a Colleatterrato le attività che insistono in contrada Gattia.

Leave a Comment