Anche il Lambrusco darà una mano alla ricostruzione delle scuole a Civitella

CIVITELLA DEL TRONTO – Promozione e solidarietà, sono queste le parole chiave di Il Lambrusco in trasferta”, in programma nel fine settimana a Civitella del Tronto, e  che vedrà il rosso frizzante per eccellenza approdare in uno dei borghi più belli d’Italia per uno “scambio culturale” con il Montepulciano d’Abruzzo e le eccellenze locali. “La manifestazione – spiega l’assessore comunale alla Cultura, Barbara D’Alessio, che ha presentato questa mattina l’evento al Consorzio BIM insieme agli organizzatori di “ConosciModena” – persegue un duplice obiettivo di promozione territoriale e solidarietà. Grazie alla sensibilità degli organizzatori, il ricavato delle degustazioni in programma sarà devoluto al Comune di Civitella per la ricostruzione delle scuole danneggiate dagli eventi sismici e dalle nevicate del gennaio scorso».
«L’inedita trasferta in terra d’Abruzzo – dettaglia Barbara Philippart, ideatrice dell’evento e titolare del portale turistico “ConosciModena” – porterà nel caratteristico borgo teramano nove produttori del territorio modenese e reggiano, insieme alle specialità dello street food del territorio. In programma ci sono degustazioni con il maestro dei panini Daniele Reponi Matteo Pessina, docente ALMA e coordinatore dell’Osservatorio del lambrusco». Assieme al Lambrusco di cantine blasonate saranno proposti piatti tipici del territorio di provenienza: gnocchi, tigelle e salumi emiliani.

Al seguito de “Il Lambrusco va in trasferta” ci sarà Daniele Reponi, il “non-chef” modenese della trasmissione tv “La prova del cuoco”, noto per l’estro creativo che esprimono i suoi panini. Sabato 10 e domenica 11 giugno, Reponi proporrà cinque tigelle speciali in abbinamento con altrettante etichette di lambrusco, scelte dal Coordinatore dell’Osservatorio del Lambrusco Matteo Pessina , docente della prestigiosa Scuola Internazionale di Cucina Italiana Alma di Parma: in quelli del sabato l’ingrediente principale saranno i salumi emiliani. Domenica invece la farcitura verrà realizzata con salumi tipici della tradizione abruzzese.  In programma, oltre alle degustazioni, un incontro sul Lambrusco a cura di Sergio Scarvaci, delegato nazionale dell’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino), concorsi – uno fotografico ed uno di bellezza – a premi, e serate di musica tradizionale abruzzese. 

TAGLIO DEL NASTRO E… DEGUSTAZIONI. L’inaugurazione de “Il Lambrusco in trasferta”, con l’apertura dei banchi di assaggio è fissata per sabato alle ore 17, mentre il primo appuntamento-aperitivo con Daniele Reponi è lo stesso giorno alle 20. Stesso programma per domenica 11 giugno con le sole varianti che Reponi proporrà le tigelle a pranzo – ore 13.00 – farcite però con salumi della tradizione abruzzese e sempre in accostamento a cinque etichette di vino. Un incontro dedicato al lambrusco è previsto invece sempre domenica, dopo l’apertura dei banchi di assaggio alle 17, a cura di Sergio Scarvaci, delegato nazionale dell’ONAV. Ciascun momento – degustazioni ed incontro – avrà un costo di 10 euro e ai partecipanti verrà rilasciato il ricettario dei panini di Reponi. Intrattenimento con musica popolare e gruppi folk abruzzesi.

Leave a Comment