I campi dell'Interamnia dedicati ai grandi della Coppa

TERAMO – Grande successo per la première della 45esima edizione dell’Interamnia World Cup. La kermesse legata al torneo di pallamano, che prenderà il via il prossimo 5 luglio in città, è stata anticipata da un incontro nell’aula tesi di Scienze Politiche all’Università di Teramo. Un’occasione per parlare di sport, inteso anche come rilancio del capoluogo per la difficile situazione dovuta alle continue emergenze, ma anche per presentare l’iniziativa caratterizzante di questa edizione: l’intitolazione dei campi dell’Interamnia ai grandi nomi (giocatori, presidenti, dirigenti, promotori) che hanno fatto la storia delle passate edizioni. Da Antonio Forlini, (alla cui memoria sarà intitolato anche un premio di videomaking tra le iniziative collaterali), passando per l’anima e il cuore di Giorgio Binchi, ricordato per l’occasione dalla giornalista Franca Scagliarini, i dirigenti Fernando Zenobi, Ennio Fraticelli, Claudia e Augusto Michelini dell’handball femminile; il presidente Rodolfo Cipollone; i giocatori Antonio Marini, Claudio Vischia, Massimiliano Cialoni, Gabriele Vallarola e Silvio Carovigna. Il patron della Coppa Pier Luigi Montauti ha stilato un bilancio preliminare dell’edizione 2017: «È un appuntamento che non registra flessioni nel numero di squadre rispetto agli ultimi anni e che incrementa, anzi, il numero di nazioni partecipanti per tornare a fare di Teramo, nella settimana tra il 5 e l’11 luglio, un palcoscenico internazionale con migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo». «Nonostante quest’anno – ha detto Montauti – le difficoltà organizzative siano state anche maggiori degli anni passati a causa del terremoto, l’iniziativa sarà possibile anche grazie al contributo di 400mila euro garantiti dal Parlamento alle manifestazioni culturali cittadine grazie all’interessamento dell’onorevole Paolo Tancredi». Il rettore Luciano D’Amico ha ribadito con orgoglio l’adozione della Coppa da parte dell’Università: da quest’anno si svolgerà il primo Grand Prix UniTe, torneo internazionale riservato alle squadre universitarie (quella di UniTe sarà allenata da coach Franco Chionchio) che ha raccolto adesioni da Italia, Taiwan, Iran, Senegal e Mongolia. Il sindaco di Teramo Maurizio Brucchi ha sottolineato l’importanza della Coppa Interamnia per il rilancio del marketing territoriale in chiave turistica, come forte segnale positivo in risposta agli eventi drammatici che hanno colpito l’Abruzzo e in particolare il Teramano. All’incontro erano presenti, tra gli altri, anche il consigliere regionale Giorgio D’Ignazio, il delegato provinciale del Coni Italo Canaletti e i rappresentanti degli enti partner.

Leave a Comment