Domani l'asta delle opere di Amadio per aiutare il Lions nel restauro del Polittico VIDEO

TERAMO – «E’ insito nei cultori del bello la disponibilità ad impegnarsi perché il tempo non faccia perdere il bello, perché la memoria di una civiltà possa passare integra e colma di messaggi alle generazioni future», scrive il presidente del Lions Teramo, Michele Capomacchia, per presentare l’iniziativa che piano piano sta portando l’organizzazione teramana a raccogliere il denaro necessario per riportare allo splendore originario il Polittico di Jacobello del Fiore. Grazie alla disponibilità di Mo Vittorio Amadio, artista di fama internazionale e socio Lion insignito della massima onorificenza, il Melvin Jones Fellow, domani sarà possible vendere all’asta 101 opere sue e di altri artisti suoi amici, per ricavarne i fondi utili per il grande restauro. Dalla disponibilità dell’artista alla disponibilità dei teramani e non solo, si spera che il passo sia breve. L’asta è stata preceduta dalla mostra delle opere in vendita, allestita nei locali dell’ex negozio Tezenis in corso San Giorgio. La vendita all’incanto è in programma domani pomeriggio, alle 16. Ecco gli autori che hanno donato le loro opere: Amadio, Bellini, Benetton, Calabria, Calò, Cannilla, Capriotti, Casals, Catarinacci, Collina, Craia, Cremonese, Cupini, Di Febo, Donzelli, Emblema, Eusebi, Farulli, Ferrari, Fomez, Gubinelli, Luzi (Nazza), Mandelli, Mannucci, Marazzi, Marcolini, Marconi, Masciarelli, Mastroianni, Nespeca, Nobile, Nosek, Ogata, Pace, Pandolfini, Pannaggi, Poli, Pozzati, Provino, Pujol Grau, Pulcini, Strozzieri, Surico, Zecchini.

Leave a Comment