Martinsicuro: Camaioni e Vagnoni al ballottaggio. D'Alonzo fa tris e a Tortoreto vince Piccioni

TERAMO – Mentre per Martinsicuro (dove lo scrutinio è stato lentissimo) il nuovo sindaco uscirà fuori dal  ballottaggio tra il primo cittadino uscente Paolo Camaioni e Massimo Vagnoni (che ha sfiorato l’elezione al primo turno, ma poi ha chiuso con un 46,71%), Tortoreto, Valle Castellana e Crognaleto hanno eletto i loro sindaci, eleggendo nomi nuovi in due casi su tre.
A Martinsicuro, Vagnoni raccoglie 3.432 voti, e dopo aver sfiorato il 50% nel corso dello scrutinio, ha chiuso con il 46,71%. Il sindaco uscente Paolo Camaioni ottiene il 28,24%, ovvero 2.075 voti. Crolla la candidata del Pd, Elisa Foglia: appena 1.047 consensi per lei, con un 14, 25%. In coda il candidato 5 Stelle, Marco Massetti, che racimola 793 voti e supera di poco il 10%.
A Tortoreto e Valle Castellana trionfano i vice sindaco dell’amministrazione uscente. In montagna, dopo una campagna elettorale incandescente, è Camillo D’Angelo con 388 voti ad avere la meglio su Enea Giovannini. La curiosità: entrambi erano stati vice del sindaco uscente Vincenzo Esposito e proprio la defenestrazione del vincitore aveva dato il via a una contrapposizione nelle candidature. Il sindaco del post commissariamento a Tortoreto è Domenico Piccioni, ex vice primo cittadino, che vince nettamente con quasi 1.600 voti e il 28,39% sul più vicino Domenico Di Matteo, fermo al 21,6.
A Crognaleto, Giuseppe D’Alonzo centra il terzo mandato battendo l’avversario Davide Peluzzi. Nel paese che ha fatto registrare la più alta affluenza al voto (quasi il 78%), D’Alonzo si afferma con 121 voti di scarto

Leave a Comment