Le more rendono la strada scivolosa e cade con lo scooter: si ferisce e denuncia il Comune

TERAMO – La sua disavventura, che per fortuna ha avuto un blancio sì pesante in contusioni ed escoriazioni ma non gravissimo, la racconta lui stesso su Facebook, per poi aggiungere che presenterà una denuncia contro l’amministrazione comunale. Il teramano Luca Mazzagatti, che vive nella frazione di San Nicolò, deve ringraziare il Comune di Teramo per le abrasioni e le ferite lacero contuse che ha rimediato alle gambe e alle braccia, cadendo con il suo scooter lungo la nazionale, a San Nicolò, nei pressi della filiale della Bcc di Basciano. Il mezzo a due ruote è scivolato su un ‘bel’ fondo di… marmellata di more. C’è infatti un roveto non potato (alcuni lettori ci hanno segnalato successivamente che si tratta di una pianta di gelso, ndr) che sporge dal maciapiedi e che ha seminato tutti i suoi frutti a terra, lasciando una patina di circa una decina di centimetri, anche sulla strada, che è diventata diventando una melma scivolosa. Proprio dove Mazzagatti è  scivolato con lo scooter, facendolo finire in terra, col rischio di essere investito da un’auto che seguiva. Mazzagatti è su tutte le furie: «Ho segnalato l’incidente e il rischio che si corre in quel punto ai vigili urbani – scrive – mi hanno detto che avrebbero provveduto e invece niente. E ancora stamattina (domenica, ndr) tutto quello schifo è ancora lì, con grave rischio per tutti». Cosa fanno il sindaco, i vigili e la Teramo Ambiente? dice Mazzagatti.

Leave a Comment