Teatro romano, il sottosegretatrio alla Cultura: «Se ci saranno ritardi sui lavori interverrò»

TERAMO – Dopo anni di polemiche e ritardi sulla spinosa questione del Teatro romano interviene anche il Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, laria Borletti Buitoni, oggi a Teramo su invito della Regione Abruzzo. Una visita istituzionale a tutto tondo qualla del sottosegretario alla Cultura, per prendere atto dello stato del patrimonio culturale abruzzese in seguito agli eventi sismici degli ultimi mesi. La prima tappa dell’incontro è stata il Duomo di Teramo insieme alle autorità religiose e civili per poi trasferirsi al Teatro romano dove a fare gli onori di casa oltre al sindaco Brucchi e al consigliere regionale delegato alla Culura, Luciano Monticelli, erano presenti anche le associazioni culturali del territorio tra cui Teramo Nostra. «Il Teatro romano – ha detto Ilaria Buitoni – mi sembra un’opportunità straordinaria per la comunità di Teramo so che da parte del Ministero ci sarà tutta la collaborazione possibile. Questa è stata una comunità particolarmente colpita dal sisma in cui il patrimonio culturale rappresenta una possibilità di riscatto e di rinascita importante. Se ci saranno – ha concluso – ritardi rispetta a quanto stabilito prometto di intervenire». La visita è poi proseguita nella Biblioteca ex Provinciale "Melchiorre Delfico", dove si è svolto un incontro sull’Art bonus, sulla situazione delle Biblioteche ex Provinciali, sulla Digital Library e sullo stato del patrimonio culturale abruzzese a seguito delle ondate sismiche di agosto 2016 e gennaio 2017. La giornata teramana del sottosegretario Buitoni si è conclusa con il tavolo tecnico a cui ha preso parte tra gli altri anche il presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino e il sindaco di Castelli Rinaldo Seca.

Leave a Comment