Dilaniata in autostrada: sit in per dire 'no' all'archiviazione del caso

TERAMO – «Oggi è una giornata particolare. Siamo tutti qui in attesa della verità. Spero che il giudice non chiuda. Giulia merita la verità, sono due anni che aspettiamo questo momento». A parlare è la signora Mery, la mamma di Giulia Di Sabatino, la ragazza di 19 anni che il primo settembre di due anni fa volò giù da un cavalcavia a Tortoreto e che questa mattina insieme ad altri familiari e amici della ragazza si è presentata in Tribunale per un sit in all’esterno del Palazzo di giustizia in occasione della Camera di consiglio in cui si discuterà dell’opposizione all’archiviazione del fascicolo. Opposizione presentata dalla famiglia che non ha mai creduto all’ipotesi del suicidio. Una notte per la quale inizialmente la Procura aveva iscritto due persone nel registro degli indagati per istigazione al suicidio. Posizioni per le quali ha specificamente chiesto l’archiviazione, alla quale la famiglia si è opposta.

Leave a Comment