Dottoressa uccisa: una veglia per Ester nei giardini di Piazza Orsini

TERAMO – Una veglia e un reading di poesie in Piazza Orsini, a Teramo, in memoria di Ester Pasqualoni, l’oncologa 53enne uccisa ieri dal suo stalker nel parcheggio del nososcomio di Sant’Omero dove lavorava. E’ l’iniziativa organizzata dal Centro di cultura delle donne “Hannah Arendt” e da le donne del Comitato “Se Non Ora Quando?” che si uniscono al dolore dei figli e della famiglia della dottoressa. “Ogni donna – si legge in una nota – accenderà una candela in ricordo dell’amata dottoressa che ha vissuto in solitudine l’oppressione e l’ invadenza di quell’uomo che da troppo tempo la inseguiva con i suoi pedinamenti, con i suoi messaggi, con le sue minacce. Due volte aveva denunciato quell’uomo violento, un segreto pesante come un macigno dal quale aveva voluto mettere al riparo i figli. Da sola ha vissuto l’angoscia delle persecuzioni resa più pesante dall’archiviazione di entrambe le denunce. La cronaca ci racconta di troppi casi di denunce sottovalutate che sfociano in tragedia. Non può più accadere, i persecutori debbono essere fermati immediatamente. Le donne debbono essere credute, le istituzioni preposte debbono agire con tempestività”.

Leave a Comment