Centinaia di atleti al Campo Scuola per il Meeting di Atletica "Città di Teramo"

TERAMO – Oltre 350 atleti provenienti da tutto il Centro Italia parteciperanno sabato al campo scuola della Gammarana al 13esimo meeting “Città di Teramo”. L’evento, organizzato dalla società Atletica Gran Sasso Teramo in collaborazione con l’Atletica Teramo è riservato alle categorie Esordienti A, Ragazzi, Cadetti, Allievi, Juniores, Promesse e Senior. Tante le specialità, dai lanci, alla velocità, alla marcia, le gare di salto in lungo alle quali parteciperà anche il neo campione italiano nel salto triplo categoria allievi Salvatore Angelozzi. Ospite “obbligato” dell’edizione dell’iniziativa teramano sarà anche lo storico meeting “Città di Giulianova” organizzato dalla “Ecologica G” di Luigi Gigi Chiodi, costretta ad abbandonare lo storico campo di atletica “Massi” di Giulianova e costretto ad emigrare a Teramo a causa dei problemi di omologazione della superficie, noti da tempo e purtroppo irrisolti dall’amministrazione comunale giuliese. L’Ecologica G prenderà parte all’organizzazione dell’iniziativa teramana con i suoi premi storici: il Trofeo “Donato Marà”, che verrà assegnato alla vincitrice del salto in alto cadette, e il nono Trofeo “Edoardo Patanè”, destinato al vincitore dei 300 metri ad ostacoli cadetti. Una scelta obbligata quella del presidente Gigi Chiodi. «Siamo dispiaciuti che storici trofei dedicati alla memoria di atleti giuliesi debbano svolgersi lontano dalla Città che li ha ospitati per anni. Non siamo stati nemmeno ricevuti dal sindaco Mastromauro». Se Giulianova piange, Teramo non ride certamente. Nel corso della conferenza stampa sono emersi infatti anche i problemi della pista del Campo Scuola, talmente usurata che ormai può ospitare solamente le competizioni giovanili. Nonostante l’amministrazione Brucchi di recente abbia affidato i lavori per la realizzazione di una pista di allenamento coperta, è urgente la sistemazione della pista di atletica. Le competizioni su tutte le categorie potrebbero riportare infatti in città un indotto notevole di atleti, che oggi non c’è a causa dei problemi di omologazione. Durante la conferenza stampa il sindaco Brucchi ha assegnato una targa di riconoscimento alla neo campionessa italiana e nazionale di atletica giovanile Gaia Sabbatini, fresca vincitrice del titolo sugli 800 metri e a giorni impegnata a Grosseto agli Europei. Riconoscimenti anche per gli atleti Angelozzi e per Giada Bilanzola, specialista nel salto triplo.

Leave a Comment