Due arresti e una denuncia per maltrattamenti in famiglia

TERAMO – Tre persone nei guai per maltrattamenti dei genitori, nel Teramano, ad opera dei carabinieri di Teramo, Roseto degli Abruzzi e Giulianova. Tre casi differenti, con due arresti e una denuncia, ma accomunati dal reato di maltrattamenti in famiglia.

TERAMO. Su ordine della magistratura è stato arrestato F.C., ragazzo di 27 anni, che secondo i militari maltrattava abitualmente i genitori e la sorella, con cui convive: aggressioni fisiche, pressioni psicologiche, minacce di morte, in alcuni casi anche impugnando un coltello. Il ragazzo è finito a Castrogno.

ROSETO. Dopo la separazione dalla moglie era tornato a vivere dai genitori. Una convivenza difficile, fatta di continui maltrattamenti nei loro confronti. Maltrattamenti per i quali ieri pomeriggio un 44enne di Roseto degli Abruzzi è finito in carcere su ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Teramo. All’uomo vengono contestate anche le lesioni personali aggravate dall’ubriachezza abituale. Secondo quanto emerso nel corso delle indagini il 44enne, in più occasioni, spesso in preda all’alcool, avrebbe minacciato e picchiato i genitori che alla fine, stanchi dei continui soprusi, si sono rivolti ai Carabinieri.

GIULIANOVA. Sempre ieri pomeriggio i Carabinieri di Giulianova hanno denunciato a piede libero per maltrattamenti in famiglia un 44enne del posto. A chiamare i militari l’anziana madre, stanca di subire violenze fisiche e psicologiche da parte del figlio con problemi di tossicodipendenza. A far traboccare il vaso la violenta aggressione di cui la donna è rimasta vittima proprio ieri pomeriggio quando il figlio, di fronte al suo diniego ad esaudire l’ennesima richiesta di denaro, le ha spaccato un bastone in testa. L’anziana, nonostante il dolore e lo spavento è riuscita a chiamare i Carabinieri che hanno fermato l’uomo denunciandolo in stato di libertà. Il 44enne è stato poi ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Giulianova, dove risultava già in cura per disturbi psichici. L’anziana, medicata in ospedale, ha riportato una prognosi di 20 giorni.

Leave a Comment