Il sindaco Minosse in arresto cardiaco a Montecitorio: salvato con il defibrillatore

TERAMO – Paura per il sindaco di Cortino e segretario provinciale del Partito Democratico, Gabriele Minosse, colpito da un arresto cardiaco nel pomeriggio di mercoledì mentre si trovava a Montecitorio assieme ai colleghi di Colledara e Castelli per alcune riunioni sul tema della ricostruzione post-sisma. Minosse ha avuto un infarto ed è stato soccoso dalla guardia medica del Parlamento e questo ha costituito sicuramente dettaglio decisivo perchè gli fosse salvata la vita. I sanitari hanno utilizzato il defibrillatore per rianimare il sindaco di Cortino, operazione che per fortuna è riuscita e che ha permesso il trasferimento d’urgenza di Minosse all’ospedale Santo Spirito della capitale. Qui è stato sottoposto a un intervento cardiochirurgico per l’applicazione di stent coronarici. Le sue condizioni adesso sono definite stazionarie dai medici ed è fuori pericolo.

Leave a Comment