Serie C a 56 squadre: ripescata solo la Triestina, no al Rende. Scompare la tessera del tifoso, cambiano le regole per la vendita dei biglietti

TERAMO – E’ polemica in Lega Pro per le decisioni del Consigio Federale, che ha disposto il ripescaggio solo della Triestina, ha detto no a quello del Rende, ritenendo non idonea la sua fidejussione, e ha respinto la richiesta di riapertura ai ripescaggi che avrebbe consentito a società virtuose come Vibonese, Forlì, Lumezzane e Potenza di partecipare al prossimo campionato professionistico di Serie C, che adesso sarà composto soltanto da 56 squadre. Questo ha creato malumore nell’associazione calciatori, co in testa Damiano Tommasi, che ha lasciato anzitempo la riunione federale e annunciato che non prenderà parte ai prossimi consigli.
Intanto cambiano gli abbonamenti e scompare la tessera del tifoso, che evolverà a fidelity card. La modifica fa parte del protocollo di intesa siglato oggi dalla Figc, il Coni, il ministero dell’Interno e quello dello sport, che prevede d’ora in poi la vendita dei biglietti, anche il giorno della gara, ai tifosi ospiti dei settori non appositamente dedicati, biglietteria libera tranne per le gare a cui l’Osservatorio per le manifestazioni sportive assegna un indice di rischio elevato, eliminazione dei voucher, eliminazione della campagna ‘porta un amico allo stadio’ e abbonamento libero.

Leave a Comment