Scuola jolly, la telefonata da Roma tarda ad arrivare. Martedì un tavolo tecnico, poi incontro con i Comitati genitori GUARDA L'INTERVISTA

TERAMO – Una riunione plenaria, con i tecnici che hanno seguito le verifiche sismiche, i dirigenti scolastici, l’ufficio scolastico provinciale, l’ufficio per la ricostruzione e, in un secondo momento, anche le commissiooni consiliari e i rappresentanti dei Comitati dei genitori: il sndaco Brucchi ha fissato a martedì prossimo, 22 agosto, il ‘ritorno’ alla realtà sulle scuole comunali, nonostante la ripresa delle lezioni è dietro l’angolo, appena una ventina di giorni dopo. Si aspetta la risposta del ministero sulla scuola jolly, attesa già da una settimana e che probabilmente slitterà ancora. «Ma sarò io a chiamare il Commissario Errani se ciò non avvenisse – ha ribadito questa mattina il primo cittadino -. Credo che la settimana slitterà. Io ribadisco che noi abbiamo bisogno di aule e i Musp sono una opportunità. Non condivido la polemica del presidente dell’Ance, Falone, sulla intenzione dell’amministrazione la desertificazione del centro storico: non sarà così e mi dispiace sentire questo». I tempi stringono: «Per qusto ci vediamo il 22 e valuteremo insieme, anche gli ulteriori controlli fatti dai tecnici laddove gli indici erano bassi, per vedere se un approfondimento possa aver modificato le cose. Resta l’obettivo della sicurezza dei bambini».  

Leave a Comment