Il piromane di Macchia Da Sole potrebbe avere le ore contate. Carabinieri Forestale sulle tracce dopo le segnalazioni dei pompieri

VALLE CASTELLANA – Il piromane di Macchia da Sole potrebbe avere le ore contate. Dopo gli episodi ravvicinati che hanno fatto ‘ardere’ decine e decine di ettari di bosco, con i focolai di incendio che sembravano prendersi gioco delle numerose forze in campo, adesso l’intervento dei Carabinieri Forestale potrebbe mettere con le spalle al muro chi si diverte appiccando roghi. Sono infatti delle ultime ore le segnalazioni della presenza di un individuo, che viaggia a bordo di una utilitaria di colore grigio, che indosserebbe perfino una mascherina, con il duplice scopo di nascondere il suo volto e di proteggersi dal fumo. Tra le segnalazioni al vaglio degli investigatori, ci sarebbero quelle particolareggiate fornite dai vigili del fuoco, impegnati da settimane sul campo con enorme ed encomiabile sforzo, assieme ai volontari AIB della Protezione Civile: in particolare, decisive potrebbero essere quelle delle ultime ore, quando l’uomo sarebbe stato notato nella boscaglia – ma purtroppo non individuato e bloccato -, proprio in coincidenza dell’accensione di nuovi focolai in diversi e distanti punti del bosco: i pompieri spegnevano, il fuoco tornava ad ardere poco più lontano. Certo è che la maggior parte degli incendi sviluppatisi negli ultimi due mesi, sono di natura dolosa, e questo è un dato di fatto: si calcola che in questa estate i roghi siano aumentati del 70 per cento rispetto allo scorso anno, al ritmo di mille al giorno su tutta la penisola. E il Teramano a questa statistica ha dato purtroppo un grosso contributo.

Leave a Comment