Una linea di acqua di 600 metri per 'tagliare' il fronte del fuoco a Magnanella. A Chioviano case minacciate dalle fiamme

TERAMO – Sul fronte degli incendi, oggi i vigili del fuoco di Teramo sono stati impegnati nello spegnimento dell’incendio di boscaglia, che da alcuni giorni interessa la zona di Magnanella e di un incendio di sterpaglie e boscaglia in località Chioviano Alto di Bisenti.
Nell’intervento per l’incendio di Magnanella, sono state impiegate solo squadre a terra dei vigili del fuoco e della Protezione Civile, senza bisogno del supporto aereo, a cui si era fatto un forte ricorso negli ultimo giorni.
I residui focolai sono stati spenti tutti ed è stata eseguita anche un’opera di bonifica dell’area percorsa dal fuoco.
Le squadre operative, coordinate da un DOS (Direttore delle Operazioni di Spegnimento) dei vigili del fuoco di Teramo, stanno ultimando l’intervento. Durante la notte sarà comunque mantenuto un presidio operativo, per verficare l’eventuale riattivazione di piccoli focolai. In queto caso efficace è stato il coordinamento tra le associazioni di Protezione Civile di Torricella Sicura, Silvi, Pineto, Corropoli e Cives di Teramo per l’allestimento di una linea di 600 metri per arrivare a portare acqua in un punto impervio del pendio interessato dal rogo.
Nel tardo pomeriggio si è concluso anche l’intervento per spegnere l’incendio di sterpaglie e boscaglia a Chioviano Alto di Bisenti. Sul luogo dell’incendio hanno operato una squadra dei vigili del fuoco del Comando di Teramo, con un’autopompa, un’autobotte e un fuoristrada con modulo antincendio di Teramo e una squadra AIB di protezione civile con propria autopompa.
Particolarmente impegnativa l’azione di spegnimento, in quanto l’incendio si è pericolosamente avvicinato al centro abitato e soltanto l’opera del personale operativo, con la collaborazione offerta da alcuni agricoltori, che hanno creato dei solchi sul terreno, per bloccare l’incendio, ha fatto sì che le abitazioni non fossero raggiunte dalle fiamme. La superficie percorsa dall’incendio ha un’estensione di circa due ettari.

Leave a Comment