Brucchi 'perde' gli amici Curcio ed Errani e scopre che Teramo non avrà soldi perchè è in Zona 2

TERAMO – Teramo non potrà contare sui fondi che il ministero opere pubbliche destinerà ai Comuni, perchè sono previsti soltanto per quelliinseriti in Zona 1, e Teramo è in Zona 2. Lo aveva detto il decreto pubblicato venerdì scorso, lo ha confermato oggi il sindaco Maurizio Brucchi. Questo fa tornare proprio il primo cittadino a ribadire che sarà difficile trovare i soldi per la sicureszza nelle cuole ma soprattutto che i tempi per vedere realizzati gli  interventi negli edifici scolastici saranno medio-lunghi, non certo brevi.
La vicenda Errani. C’è poi la vicenda Errani. Il Commisario straordinario per la ricostruzione lasce a settembre. Lo ha annunciato confermando le indiscrezioni pubblicate dalla stampa nei giorni scorsi. Assieme alle dimissioni del capo della Protezioene civile, Curcio, sono un dettaglio di non secondo conto, che fanno arricciare il naso a molti. In particolare a Brucchi che sottolinea come sia strano che, ad emergenza ancora in atto, chi è statochiamato a gestire l’emergenza e la ricostruzione si dimetta. Certo, Brucchi potrebbe non dormire più sonni tranquilli vista la quasi contemporanea uscita di scena di due personaggi istituzionali che avevano dato ampio credito alle esigenze teramane: «Vedremo, certo è strano – dice Brucchi sulle dimissioni di Curcio e di Errani -. Forse non cambierà niente, l’importante è che a noi vengano date le risposte che chiediamo. Sono ottimista se al suo posto arrivino come si dice i presidenti di regione che da sub commissari hanno gestito anche loro l’emergenza e sanno di cosa c’è bisogno».

Leave a Comment