Blitz alla pineta di Alba. Arrestato migrante nigeriano: aveva allestito un banchetto per vendere hashish e marijuana. Denunciati altri 4

ALBA ADRIATICA – Nel corso di un blitz sul lungomare Marconi, condotto la scorsa notte con l’ausilio delle unità cinofile antidroga, i carabinieri della Compagnia di Alba Adriatica, diretti dal maggiore Emanuele Mazzotta, hanno arrestato un migrante in regime di protezione internazionale, che aveva allestito un vero e proprio ‘banchetto’ all’aperto, dove riceveva prenotazioni e distribuiva droga a numerosi clienti. Il nigeriano 22enne, alla vista dei militari, che hanno ‘cinturato’ la pineta con 16 uomini e 8 mezzi, ha tentato di disfarsi dello stupefacente ma Nox, il pastore tedesco dei militari, in forza al Comando Compagnia di Chieti, è riuscito a fiutare tutte e 50 le bustine di droga gettate tra gli arbusti, che sono state sequestrate: nascondevano in totale 40 grammi di hshish e 140 di marijuana. Nell’ambito della stessa operazione sono stati identificati e denunciati in stato di libertà altri 4 richiedenti protezione internazionale tutti del Gambia, domiciliati presso le strutture ricettive di Alba Adriatica, Martinsicuro e Tortoreto. Nel corso delle relative perquisizioni personali e domiciliari rinvenuti e sequestrati complessivamente ulteriore 20 grammi delle stesse sostane e sono stati segnalati alla prefettura 5 giovani acquirenti. Sono in corso ulteriori e più approfondite indagini per stabilire la provenienza degli stupefacenti ed accertare il ruolo del nigeriano, se risulta un semplice pusher ovvero se è inserito in un più ampio contesto criminale ed ha in mano la gestione dello spaccio in questa fetta di provincia.

Leave a Comment