Investito e ucciso in bici da un'auto pirata: forse vittima di una corsa tra macchine. E poche ore dopo 19enne si schianta in scooter: è grave

MARTINSICURO – Due incidenti, a distanza di poche ore ore l’uno dall’altro hanno funestato via Roma a Villa Rosa di Martinsicuro, questa mattina. All’alba, il 60enne Carino Strozzieri, originario di Controguerra ma residente da tempo a Villa Rosa, è stato centrato in pieno e ucciso da un’autovettura il cui conducente non si è fermato a soccorrerlo. Il sessantenne è morto sul colpo e a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo da parte del personale del 118: nello schianto la vittima ha subito devastanti traumi che gli sono costati la vita.
Raccapricciante la scena dell’incidente, verificatosi proprio dinanzi alla vecchia chiesa di Villa Rosa, dove i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Alba Adriatica hanno rinvenuto anche alcuni pezzi della macchina, a partire da un fanale e dal paraurti. Secondo alcune testimonianza raccolte sul posto, il ciclista potrebbe essere stato vittima di una corsa tra autovetture sul lungo rettilineo di via Roma. La macchina investitrice, forse di colore scuro, sarebbe stata notata poco prima percorrere ad alta velocità la via in senso opposto. Le indagini sono serrate e i carabinieri hanno utili elementi per l’identificazione, anche se il conducente pirata, che sarà accusato di omicidio stradale e di fuga, può evitare l’arresto se si costituisce entro le 24 ore.



Nel secondo incidente, verificatosi verso le 11, è rimasto ferito gravemente L.C., 19enne del posto che era alla guida di uno scooter che si è schiantato contro una macchina. Nello scontro il giovane ha perso il casco e ha riportato un gravissimo trauma facciale. Per questo motivo è stato trasferito direttamente all’ospedale Mazzini di Teramo dove è ricoverato in rianimazione.

Leave a Comment