Il risveglio arriva con una scossa di 3.9 nella zona di Campotosto

TERAMO – E’ cominciata con una scossa di terremoto di circa 3.9 di magnitudo la giornata di buona pate delle popolazioni a nord est dell’Abruzzo al confine con i territori dell’Ascolano e del Reatino. Il movimento tellurico è stato registrato alle 6.34 nella zona di Campotosto, al confine tra i comuni di Teramo e L’Aquila, al picco di una serie di repliche che hanno caratterizzato la nottata, dopo la scossa, avvertita anche quella ma con minore intensità, di ieri sera alle 21.04 quando l’ipocentro era stato calcolato alla stessa profondità – circa 13,8 chilometri – e nella stessa zona. Quella di questa mattina è stata avvertita distintamente e ha fatto svegliare tanti teramani, in particolare quelliresidenti dalla zona montana tra il Montoriese, Crognaleto e Cortino. Non si segnalano al momento danni a cose o a persone.

Leave a Comment