Stalker non rispetta gli obblighi giudiziari, irrompe in casa delle vittime e sfascia auto: arrestato mentre beveva al bar

MARTINSICURO – I carabinieri della stazione di Martinsicuro, diretti dal luogotenente Antonio Romano e coordinati dal Comandante della Compagnia, il tenente colonnello Emanuele Mazzotta, hanno eseguito  hanno dato esecuzione alla misura cautelare in carcere emessa dal Giudice del Tribunale Ordinario di Teramo, Sergio Umbriano, nei confronti di un 49enne del posto. L’arresto si è reso necessario perchè l’uomo, autore di gravi minacce e aggressioni ai parenti per questioni economiche, già raggiunto nel mese di aprile dal divieto di avvicinamento alla casa famigliare e al padre, alla sorella e alla nipote, e successivamente dal divieto di dimora e di accesso a Martinsicuro, ha più volte violato le disposizioni giudiziarie. L’ultimo episodio è relativo alla settimana scorsa: nottetempo, il 49enne si è introdotto in casa, dopo aver infranto una vetrata e danneggiato la serranda di una finestra. In preda all’ira, aveva anche frantumato il parabrezza della macchina della nipote che, terrorizzata, aveva chiesto l’intervento dei carabinieri. Qualche ora dopo l’uomo era stato rintracciato in un bar di Martinsicuro, nonostante dovesse rispettare il divieto di accesso e dimora. Da qui l’ordinanza di custodia cautelare in carcere: il 49enne dopo le formalità di rito è stato rinchiuso nel carcere di Castrogno.

Leave a Comment