La polemica della prosa. Acs adesso dice: «Non tutte le date sono indisponibili», ma quelle poche vano modificate insieme al Comune

TERAMO – Non tutte le date richieste dalla Riccitelli e dal Comune concesse tra quelle ad esso riservate, sono indisponibili. E’ la ‘correzione’ che Abruzzo Circuito Spettacolo apporta alle affermazioni fatte finora sul diniego alla società della musica e del teatro di poter realizzare la stagione di prosa. questo accade all’indomani della diffida del sindaco a prendere atto e adguarsi alla delibera con cui la giunta ha assegnato le date richieste alla Riccitelli.

Acs ha diffuso oggi una nota in cui rassicurando «che non è mai stata messa in discussione la legittimità dell’assegnazione da parte del Comune di ben 15 delle 25 giornate gratuite alla Riccitelli e 3 all’Associazione Culturale Teramo Nostra», non volendo assolutamente «avocare a se stessa la scelta delle giornate gratuite», torna a ribadire che « alcune delle giornate richieste dal Comune non sono disponibili perché occupate dalla programmazione di Acs – si spiega -, programmazione che è stata a suo tempo consegnata al Comune stesso, e che è parte integrante del progetto vincitore del bando e dunque obbligo contrattuale tra le parti».

E allora? Acs chiede al sindaco di «modificare maniera concordata le date gratuite richieste, così come disposto nel Bando di cui Acs risulta vincitrice» e come già specificato nella risposta ufficiae offerta agli uffici comunali.

Leave a Comment