Il "Memorial Lupinetti" va in volata a D'Angelo (Team Go Fast). Sanetti, bis del titolo con dedica a Darwin FOTO VIDEO

TERAMO – La pioggia della notte e del primo mattino ha dissuaso molti gruppi locali ma non i veri pedalatori che si sono presentati in 250 (dei quali oltre 135 vigili del fuoco) alla partenza del settimo ‘Memorial Darwin Lupinetti’ di ciclismo su strada, organizzato dai vigili del fuoco dell’Associazione Grisù e del Comando provinciale di Teramo. Novanta chilometri di grande selezione, in un contesto ambientale suggestivo e mozzafiato, con pendenze anche del 15 per cento, valevole per il titolo italiano dei vigili del fuoco. La vittoria è andata a Davide D’Angelo del Team Go Fast, che ha coperto il percorso in 2 ore, 38 minuti e 59 secondi, battendo in volata sul rettilineo di via Diaz Vincenzo Falasca del team Falasca Anima Bike (a 73 centesimi) e il favorito Wladimiro D’Ascenzo della società sportiva Melania (a 1"74).
Il titolo di Campione italiano dei vigili del fuoco 2017 è andato a Bruno Sanetti del Gruppo Sportivo vigili del fuoco Viterbo, che nella classifica generale è al decimo posto, con un ritardo dal vincitore di poco più di 3 minuti. Significativa la vittoria del pompiere laziale, legato da sincera amicizia con Darwin Lupinetti, e che all’arrivo – come ogni anno – ha alzato le braccia al cielo dedicando la sua vittoria all’amico scomparso in un incidente stradale nell’aprile di 7 anni fa. La mezzo fondo è stata soltanto il momento clou di una mattinata trascorsa nella caserma di via Diaz con allegria e tanto sport, allietata dalla competizione dei bambini fino a 10 anni, impegnati nelle prove regionali di gimkana in mountain bike, organizzata dalla Scuola di ciclismo fuoristrada "Darwin Lupinetti". Perfetta l’organizzazione dell’Associazione Grisù che ha assistito gli atleti in ogni necessità che ha organizzato la ‘colazione’ con porchetta e poi il pasta party prima delle premiazioni con la consena dei premi da parte del comandaante provinciale dei vigili del fuoco, Romeo Panzone.

Leave a Comment