In Trentino una medaglia d'oro alla memoria agli 'angeli' dell'elicottero del 118 precipitato

TERAMO – Una medaglia d’oro alla memoria delle vittime dell’elicottero del 118 che il 24 gennaio scorso precipitò nei pressi della stazione sciistica di Campo Felice, causando la morte dell’equipaggio durante un’operazione di soccorso di uno sciatore infortunato.
Il riconoscimento consiste nel premio internazionale ‘Solidarietà alpina’ e verrà assegnato sabato prossimo 23 settembre a Pinzolo, in provincia di Trento, in ricordo degli operatori del 118 e del Corpo nazionale di soccorso alpino che persero la vita mentre soccorrevano un paziente, anch’egli deceduto nell’incidente.
I componenti l’equipaggio 118 erano il medico Valter Bucci, l’infermiere professionale Giuseppe Serpetti, il pilota Giammarco Zavoli, il tecnico elicotterista Mario Matrella e il tecnico del Soccorso alpino Davide De Carolis (nella foto) che erano a bordo insieme al paziente soccorso, Ettore Palanca. La medaglia d’oro verrà consegnata ai familiari delle vittime del servizio di soccorso che saranno presenti alla cerimonia insieme alla delegazione del 118, guidata dal manager della Asl dell’Aquila, Rinaldo Tordera, e dal direttore del servizio, Gino Bianchi.
«Si tratta – spiega Tordera – di un ulteriore riconoscimento a persone che hanno sempre svolto con alta professionalità il lavoro di soccorritori a beneficio della collettività». Bianchi sottolinea la sensibilità di coloro che hanno voluto ricordare il sacrificio degli operatori Asl. «A nome di tutto il 118 e del servizio elisoccorso – commenta Bianchi – ringrazio i componenti la giuria del premio internazionale che, conferendo la medaglia d’oro, hanno voluto onorare la memoria e la dedizione delle persone scomparse».

Leave a Comment