Piano strategico per gli interventi sulle chiese. Lavori urgenti per la sicurezza di Spirito Santo, Spiano e Rapino

TERAMO – Se Duomo, Madonna delle Grazie e Annunziata di va Nicola Palma, ci sono già finanziamenti con i fondi della Diocesi, le altre chiese del territorio hanno necessità di interventi di messa in sicurezza. La ricognizione è stata completa, oggi il punto della situazione sulla strategia di intervento sui 33 luoghi di culto del territorio comunale è stato fatto nel corso di una riunione convocata dal sindaco di Teramo, alla quale hanno partecipato gli assessori Alfonso Di Sabatino Martina (Ricostruzione) e Franco Fracassa (Lavori Pubblici); l’ingegnere Coletta Puritani, dell’Ufficio Tecnico comunale, l’architetto Sara Spadoni, dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione di Teramo, don Davide Pagnottella, Vicario Generale della Diocesi di Teramo e l’ingegnere Gabriele Di Felice Ardente.

Gli edifici di culto attualmente finanziati per operazioni di messa in sicurezza sono: la chiesa dell’Annunziata in via Nicola Palma; la chiesa della Madonna delle Grazie; il Duomo, in questo caso per attività di monitoraggio ed eventuale messa in sicurezza della torre campanaria e degli interni della Basilica stessa, compresa la cappella barocca. Sono già stati messi in sicurezza, oltre allo stesso Santuario della Madonna delle Grazie, la chiesa di Nepezzano e quella del Carmine, entrambe riaperte al culto; nei prossimi giorni saranno messe in sicurezza la chiesa dello Spirito Santo, quella di Spiano – per la quale dovrà essere predisposta una nuova scheda Aedes – comprendente anche alcune abitazioni limitrofe, e quella di Rapino, per la quale si aspetta il via libera dal COR.
L’intera situazione del patrimonio edilizio e monumentale di culto, è stata analizzata anche nell’ottica dell’incontro che presto il Sindaco Brucchi avrà con il nuovo commissario per la ricostruzione Paola De Micheli.

Leave a Comment